Kit spiega come la morte cambierà Jon Snow


Kit Harington ha raccontato di una conversazione tra il suo personaggio e Melisandre di uno dei prossimi episodi (probabilmente l’episodio di domenica “Oathbreaker”) che offre una visione interessante riguardo il Jon post-resurrezione e suggerisce come si muoverà d’ora in poi.

tumblr_noqt36VJMb1r3q6oqo1_500

Attenzione: Se volete essere come Jon Snow e non sapere niente del cambiamento di questo personaggio, smettete di leggere adesso!!

All’inizio ero preoccupato che Jon si risvegliasse e fosse lo stesso, come se nulla fosse successo, in questo caso la sua morte non avrebbe avuto nessun senso ” dice Harington. “Lui deve cambiare. C’è una battuta spettacolare quando Melisandre chiede “Cosa hai visto?” E lui dice “Niente, non c’era nulla.” Quello incide sulla nostra paura più profonda, che non ci sia niente dopo la morte. E per me quella è la battuta più importante di tutta la stagione. Jon non ha mai avuto paura della morte, e questo l’ha reso una persona forte e onorevole. Adesso capisce qualcosa riguardo alla sua vita: deve viverla, perché è tutto quello che ha. Lui ha oltrepassato la soglia e non c’è niente lì. E questo lo cambia. Gli infonde letteralmente il timore di Dio. Lui ha visto l’oblio e questo cambia una persona nel modo più fondamentale che c’è. Non vuole morire mai più. Ma se muore, non vuole essere riportato indietro.”


Cosa possiamo dedurre da queste parole?

  • Primo, respinge le teorie dei fan che sostenevano che la coscienza di Jon si trovasse nel suo metalupo Spettro mentre il suo corpo era morto, facendo così in modo che Jon non perdesse “se stesso”.
  • Secondo, suggerisce che Jon sarà abbastanza perseguitato dalla sua esperienza andando avanti.
    (Se così sarà non vedo l’ora di leggere questi capitoli nel prossimo libro, zio muovitiiiii – Quinn)
  • Terzo, sembra che Snow possa escludere la possibilità di essere riportato indietro di nuovo – il che è importante, poiché il potere di Melisandre di farlo risorgere avrebbe altrimenti diminuito i rischi per il suo personaggio (è difficile preoccuparsi per un personaggio quando può essere semplicemente riportato in vita!). Messa in un altro modo, Jon Snow sarà molto diverso da Beric Dondarrion, che è dipendente dalle resurrezioni!
  • Quarto…Jon è sempre stato onorevole ed orgoglioso di essere accostato ad Eddard Stark, non ha mai temuto la morte, un cambiamento come questo cosa potrà comportare in lui? Potrebbe smettere di fare sempre la cosa “giusta” e rimanere ancorato alla sua morale? Lo vedremo uscire dal cammino che hanno intrapreso Ned e Robb (che sono finiti come voi sapete…) e imbracciare quello che lo porterà ad essere il leader di cui il Nord e Westeros hanno bisogno e che lui magari non sapeva di volere?
    Sia nei libri che nella serie tv, ha sempre cercato di tenere fede al giuramento dei guardiani, a non volere nulla per se stesso, come quando Stannis ripetutamente gli chiede di unirsi al suo esercito… Forse questo avvenimento è quello che ci vuole per far si che lui sciolga ufficialmente i suoi “voti” verso i guardiani e parta alla riconquista del Nord!

tumblr_n9oq8rgtqy1qem9d8o2_250

Staremo a vedere… intanto se volete avere qualche preview di “Oathbreaker” eccovi le foto promozionali e il trailer!

Traduzione: Mariarosaria e Quin
Editing: Quinn
Fonte: EW & WIC


Un commento su “Kit spiega come la morte cambierà Jon Snow

  • Cate

    Se lo zio non si dà una mossa lo uccido!! Così non avremo più struggerci nell’attesa!

I commenti sono chiusi.